Iscriviti subito alla newsletter e ricevi le ultime offerte
Le spiagge più belle del Salento

Le spiagge più belle del Salento

ITALIA

Pubblicato il: 22-04-2021

In collaborazione con: il turista

Il Salento, per sua stessa natura, è terra di confine. Verso nord, c’è tutta l’Italia da scoprire. Nelle altre direzioni, c’è il mare. Anzi, ci sono due mari.

Lu Salentu: lu sule, lu mare, lu ientu (“Il Salento: il sole, il mare, il vento”) recita in dialetto uno dei detti popolari più conosciuti, che in una frase condensa l’essenza di questa terra all’estremità meridionale del tacco della Puglia e, quindi, del nostro Stivale. Ovviamente il Salento è anche molto altro. Considerando che la provincia di Lecce è una delle zone con il maggior numero di spiagge del nostro paese, sembra che a queste zone non manchi proprio niente per essere una delle migliori mete possibili delle prossime vacanze.

La costa adriatica e quella ionica hanno caratteristiche diverse – solitamente più indicate per chi ama le scogliere le prime, preferite da chi ama la sabbia, le seconde, anche se la distinzione non è così netta – ma sono accomunate dalla bellezza di un paesaggio incantevole. Per orientarsi meglio, può quindi essere utile avere qualche indicazione in più per scegliere consapevolmente il proprio angolo di paradiso estivo tra le spiagge più belle del Salento. Ecco i nostri suggerimenti.

Punta della Suina

Si staglia tra la pineta e la macchia mediterranea nella parte meridionale della baia di Gallipoli: la spiaggia di Punta della Suina non è molto grande, ma è una delle più amate sullo Ionio. In parte libera e in parte attrezzata con lettini e ombrelloni, qui la sabbia si alterna alle rocce, che entrano direttamente in mare.

A Punta della Suina si prende il sole e si fa il bagno in un’acqua così azzurra e cristallina da richiamare alla mente lidi esotici tropicali: siamo invece a pochi chilometri dal centro di Gallipoli, che si può tranquillamente osservare in lontananza al tramonto seduti sulla sabbia, magari bevendo un aperitivo, abbracciando con lo sguardo questo tratto di costa che va dalla Torre del Pizzo all'isola di Sant'Andrea.

Santa Maria di Leuca e dintorni

Santa Maria di Leuca non ha bisogno di grandi presentazioni: è situata sulla punta più meridionale della Puglia ed è qui che, idealmente, l’Adriatico e lo Ionio si uniscono.

Il paese è un ottimo punto d’appoggio logistico per esplorare il territorio e le tante località balneari della costa: tra queste, sul versante ionico c’è la Marina di San Gregorio, con un litorale essenzialmente roccioso e un mare particolarmente invitante, ma anche la spiaggia di Torre Vado o, ancora, la vicina (e splendida) spiaggia di Pescoluse, soprannominata “Maldive del Salento” per via della sua sabbia bianca finissima.

Sulla costa adriatica cambia lo scenario, ma non la bellezza dei luoghi: vale la pena fare una gita fino a Gagliano del Capo per raggiungere il Canale del Ciolo, un mini canyon incastonato tra le rocce e attraversato da un ponte, da dove alcuni temerari si tuffano da un’altezza di oltre 30 metri.

Porto Cesareo, Torre Lapillo e Punta Prosciutto

Porto Cesareo è una delle località turistiche più famose del Salento e non è difficile capirne il motivo: difficilmente si può trovare altrove un paesaggio così suggestivo, con un mare che copre tutte le tonalità di azzurro, dal turchese chiaro al blu cobalto, e tante isolette rocciose che affiorano dall’acqua nella baia sorvegliata fin dal XVI secolo dalle quattro torri d’avvistamento costruite per difendere il Salento dalle invasioni.

Le lunghe spiagge di Porto Cesareo offrono relax di tutti i tipi: si può scegliere un tratto libero o un lido attrezzato, sabbia o sassi, a seconda dei propri gusti, ma c’è anche la possibilità di divertirsi in acqua facendo kitesurf.

La grande baia di Torre Lapillo offre chilometri di sabbia chiara dove stendersi a prendere il sole o fare un bagno tra le sfumature cristalline dello Ionio. Qui l’acqua è ottima sia per chi ama lo snorkeling, sia per i bambini, visto che il fondale digrada dolcemente e permette di giocare in tranquillità.

Con una manciata di chilometri lungo la costa in direzione nord-ovest si giunge a Punta Prosciutto, da molti considerata non solo una delle spiagge più belle della Puglia, ma – secondo una rivista autorevole come il Telegraph – addirittura tra le più belle del mondo. In effetti, è difficile dargli torto: le dune danno un tocco selvaggio al paesaggio, il mare è così trasparente che lascia senza parole e, oltre a un tratto roccioso nella zona di Punta Grossa, il resto della spiaggia vanta una sabbia bianca finissima dal sapore caraibico. Eh sì, niente male davvero.

 

Cala dell’Acquaviva

La piccola Cala dell’Acquaviva merita una sosta, fosse anche solo per una foto. Siamo nel Comune di Diso, tra Castro e Marina di Marittima, in un’insenatura che qualcuno considera un minuscolo fiordo; questione di punti di vista, ma è certo che farci un bagno è qualcosa di davvero unico, nonostante la caletta sia nota per la temperatura particolarmente fredda dell’acqua. Il motivo? Una fonte sorgiva che sgorga proprio qui e che, va da sé, dà il nome al luogo.

 

Torre dell’Orso

La grande spiaggia di Torre dell’Orso, località balneare nel Comune di Melendugno, disegna una mezzaluna tra le scogliere che la racchiudono.

La spiaggia sabbiosa è attrezzata e spesso anche affollata, ma ci sono alcuni tratti liberi fra i tanti stabilimenti che, oltre ai lettini e gli ombrelloni, noleggiano anche pedalò e kayak per divertirsi in acqua e raggiungere i due faraglioni bianchi simbolo di Torre dell’Orso, le cosiddette Due Sorelle. Il mare digrada dolcemente ed è invitante come di consueto in Salento; può essere un po’ mosso nelle giornate ventose, ma in condizioni normali è perfetto anche per i bambini.

 

Baia dei Turchi

A nord di Otranto questa piccola baia è un vero gioiello che si svela solo a chi lo vuole scoprire. Il nome della località deriva dallo sbarco che gli Ottomani effettuarono qui nel 1480 per prendere d’assedio la vicina città. Oggi non v’è più traccia di quell’episodio, ma l’invasione – pacifica – è quella dei turisti che puntualmente con la bella stagione si riversano su questa spiaggia immersa nella natura: alle spalle la pineta e le dune ricoperte di macchia mediterranea, davanti le infinite sfumature di azzurro dell’Adriatico, danno il benvenuto a chi vuole trascorrere una giornata in un contesto speciale. Volendo bastano pochi passi, al di là degli scogli, per raggiungere la più frequentata Baia degli Alimini, una grande spiaggia sabbiosa attrezzata con tutti i comfort.

 

Oltre al blog, per ulteriori approfondimenti puoi visitare il sito www.ilTurista.info

 

Altri utenti hanno visitato anche



Le immagini hanno valore puramente illustrativo; i prezzi e le informazioni possono essere soggetti a modifiche.
Visa, Mastercard, postepay, bonifico bancario