Val di Fiemme: terra di sport e tradizioni per una vacanza da ricordare


VAL DI FIEMME

Pubblicato il: 22-06-2018

La natura l'ha resa simile a un paradiso e chi la abita ci sta mettendo il cuore per conservare questo privilegio. La Val di Fiemme, gioiello del Trentino-Alto Adige, è popolata da 60 milioni di alberi distribuiti su 11.000 ettari, più della metà di tutta l'estensione della valle. I turisti che ogni anno vi si recano ne hanno a disposizione, in media, ben 200. Probabilmente è la presenza di tanta natura ad aver amplificato la vocazione ecologica che impregna la vallata e che si esprime attraverso un’attenzione particolare verso le attività di riciclo e l'uso di fonti energetiche alternative.

I turisti vengono accolti dal verde e dalla maestosità delle cime dolomitiche che svettano nell’azzurro cielo del nord: il Corno Bianco del gruppo del Latemar e le Pale di San Martino, entrambe elette a Patrimonio Naturale dell'Umanità UNESCO. L'equilibrio di tutti questi aspetti rafforza il significato dell'appellativo attribuitole, quello di Valle dell'Armonia, ispirato in realtà alla presenza degli abeti di risonanza dai quali si producono viole, violini, violoncelli e pianoforti. Stradivari aveva raccolto qui la materia prima servitagli per produrre i suoi strumenti, imitato poi nel tempo da orde di liutai. Tanti dei musicisti più celebri hanno adottato alcuni degli abeti rossi che si trovano nella Foresta dei Violini e nel Bosco che Suona.

Per proteggere l'ambiente circostante è nato il brand Fiemme PIACE dove il “piace” riassume i termini Passione, Innovazione, Appartenenza, Competenze, Ecosostenibilità, che riunisce aziende e imprenditori decisi a lanciare progetti a favore dell'ambiente e a supporto di altre iniziative quali le giornate senza auto e i programmi relativi alle vacanze sostenibili.

Tradizioni e gastronomia sono aspetti protetti e promossi da quasi 1000 anni dalla Magnifica Comunità di Fiemme, nata nel 1111 per gestire il patrimonio boschivo e immobiliare comune e che ha sede oggi a Cavalese. Un’istituzione antica che ha saputo mantenersi in vita e conservare il suo ruolo intimamente legato alle tradizioni e consuetudini ancora oggi profondamente radicate.

Durante l'inverno, che rende ancor più prelibati i sapori di una cucina ricca di formaggi, salumi e miele, l'attività sportiva prevalente e traino del turismo è lo sci. Le piste riunite nello Ski Center Latemar collegano Pampeago, Predazzo e Obereggen. Quelle inserite nell'area Bellamonte-Alpe Lusia scorrono lungo i confini del Parco Naturale di Paneveggio - Pale di San Martino, mentre quelle del Passo Rolle si insinuano fino a raggiungere l'altopiano delle Pale. Punto forte della Skiarea Alpe Cermis è la pista Olimpia, ben 7,5 km, da cui si gode uno dei più emozionanti panorami sulle Dolomiti.

La Val di Fiemme è ricca di proposte naturalistiche anche per chi ama la pesca sportiva. Il torrente Avisio è famoso per sue le trote marmorate, mentre nel torrente Travignolo è possibile cimentarsi nella pesca a mosca per catturare la trota fario, specie autoctona della zona.

Grande spazio anche alla raccolta funghi, attività che appassiona molti ma per la quale è importante conoscere bene le specie micotiche. È possibile anche cimentarsi con il tiro con l’arco, fare rafting e provare l'ebbrezza del parapendio e delle escursioni a cavallo.

La Val di Fiemme, baciata dal sole e dalla natura, offre mille possibilità, compresa quella di visitare i tanti centri che la popolano. Cavalese ad esempio, dalla terrazza piena di sole che fronteggia la Catena del Lagorai, è piena di locali e negozi, ricca di edifici religiosi da visitare come la Chiesa di San Sebastiano e la Chiesa arcipretale dell'Assunta.

Gli impianti di risalita che partono dal paese permettono di raggiungere le piste d'alta quota ed anche il fondovalle caratterizzato dalle piste ciclabili. Cavalese è ricco anche di strutture ricettive in cui è ideale fermarsi per gustare la vacanza in Val di Fiemme.

L'Hotel La Roccia, ad esempio, è letteralmente immerso nel verde ed offre innumerevoli possibilità di escursione. Chi cerca una formula diversa può soggiornare negli appartamenti arredati in stile tirolese messi a disposizione dall'Aparthotel Des Alpes, in un contesto panoramico davvero suggestivo collocato a 1,5 km dal centro del paese.

A Varena, a pochi minuti d'auto da Cavalese, si trova l'Hotel Alla Rocca, punto di partenza ideale per escursioni, sport e attività che appartengono a tutte le tipologie di turismo, da quello più dinamico a quello più legato alle esigenze di bambini e famiglie. Sempre nel centro di Cavalese si trova l’Hotel San Valier, struttura moderna dotata di un centro benessere che offre trattamenti specifici per sciatori e scalatori.

Spostandosi in zona, si può raggiungere il villaggio di Carano, reso caratteristico dalla presenza, in centro, di stradine e passaggi realizzati per agevolare il deflusso delle acque chiamate "cortazze" o "corti". Punti forti sono i dipinti murali, la fontana monolitica del 1888 e il capitello dedicato alla Vergine. Uscendo dal paese e procedendo verso Cavalese si nota il sasso sul quale, in ricordo della carestia del 1570, è stata incisa la scritta "fato lano dela fame".

Fra Carano e Cavalese, l'Hotel Corona si trova in una posizione strategica, quale ottimo punto di partenza per gli impianti sciistici in inverno e, in estate, per le passeggiate in montagna ed il trekking. Le proposte sportive non finiscono qui, si va dalla mountain bike, al climbing, passando al rafting fino alle 18 buche del campo da golf di Petersberg.

Ziano di Fiemme è un altro incantevole villaggio dal quale è facile l'accesso sulla pista ciclabile delle Dolomiti e sulla pista da sci da fondo invernale della Marcialonga. L'Hotel Villa Jolanda, in questo ricco contesto, offre un’ospitalità familiare a soli 500 m dalla Marcialonga.

La località di Tesero, dai suoi 1000 metri di altitudine, è nota per i Presepi che ogni anno, durante le festività natalizie, vengono esposti dalle case e nei vicoli. In estate invece la località diventa protagonista della manifestazione Le corte de Tiezer, incentrata sulla rievocazione di antichi mestieri, tradizioni gastronomiche e musicali.

Tesero è da molti considerata come la meta ideale per gli sportivi, che possono scegliere fra equitazione, ciclismo, arrampicate su pareti artificiali e naturali di roccia, percorsi di nordic walking, bocciodromo coperto, tennis, minigolf e ovviamente passeggiate ed escursioni sul Latemar. In questo contesto così ricco di emozioni e sollecitazioni, il Family Hotel Shandranj si mette a disposizione degli ospiti per soddisfare ogni loro esigenza, in modo da rendere il soggiorno un’esperienza davvero unica.

Predazzo, un tempo sede di dodici masi, è oggi il comune più popolato della Val di Fiemme. Qui c'è la più alta concentrazione di varietà geologiche al mondo esposte in parte al Museo Geologico delle Dolomiti presente in centro città. Per questo viene anche chiamato “Giardino geologico delle Alpi”.

Dal 1880 Predazzo è sede dell'Hotel Ancora, chiamato così poiché le sue stalle erano punto di sosta privilegiato nel cambio dei ferri dei cavalli, lungo il percorso tra le valli. L’eccellenza e il gusto dell’ospitalità si ritrovano infine anche nel Bellaria Wellness and Beauty Hotel, che da 70 anni si prende cura di una clientela sempre varia e articolata.

Altri utenti hanno visitato anche



Accettiamo pagamenti con:

Visa, Mastercard, postepay, bonifico bancario