Oceano Indiano da scoprire: vacanza alle Seychelles


SEYCHELLES

Pubblicato il: 26-02-2020

In collaborazione con: il turista

Quando si affondano i piedi per la prima volta nella sabbia si ha la sensazione di essere finiti sul set fotografico di qualche agenzia di viaggi intenta a promuovere un paradiso tropicale. Gli ingredienti, del resto, ci sono tutti: un mare color azzurro topazio, palme, rocce e sabbia fine come talco se ne stanno lì a farsi baciare dal sole, che splende altissimo nel cielo tutto l’anno.
Superato l’iniziale stupore, ci si rende finalmente conto di come tutto sia assolutamente reale. Benvenuti alle Seychelles, il viaggio può iniziare.

Poco più a sud dell’Equatore e circa 1500 km al largo delle coste africane, il piccolo arcipelago di 150 isole nel cuore dell’Oceano Indiano è quanto di meglio Madre Natura ha saputo creare per gli amanti del genere.
Il filo conduttore di una vacanza da queste parti è inevitabilmente sole-mare-spiagge, e infatti la meta si presta particolarmente a fungere, per molte coppie, da idilliaca cornice della luna di miele.

Sulle tre isole principali – Mahé, Praslin e La Digue – confluisce la maggior parte dei turisti, che qui possono trascorrere il loro tempo tra relax, escursioni e snorkeling.

A Mahé, sede della capitale Victoria, l’esplorazione spazia dalle avventure nella giungla interna lungo i sentieri del Morne Seychelloise National Park, passando per la scoperta delle splendide spiagge incastonate nelle baie lungo il litorale. Se la più lunga e famosa è quella di Beau Vallon, molte altre – su tutte Fairyland, Anse Soleil e Anse Takamaka – attendono solo di essere esplorate.

Chi preferisce nuotare, può immergersi assieme agli squali balena o fare snorkeling per vedere i coloratissimi pesci e coralli nel Sainte Anne Marine National Park. Ci si può arrivare con una semplice escursione in giornata, oppure optando per il pacchetto che comprende l’esperienza in catamarano; l’itinerario della crociera tocca infatti il Parco Nazionale St. Anne, Curieuse Island, St. Pierre e Praslin, accompagnando gli ospiti nello spettacolo delle Inner Islands, tra baie nascoste e l’affascinante mondo sottomarino.

A Praslin la giungla selvaggia ricopre buona parte del territorio, tanto che nel centro dell’isola è stata istituita la Riserva naturale Vallée de Mai, dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO per la sua straordinaria ricchezza floreale – solo qui e a Curieuse Island vive la rarissima palma coco de mer – e avifaunistica, vero paradiso per gli appassionati di birdwatching, che con un po’ di fortuna possono avvistare anche l’endemico pappagallo nero.

Le spiagge non sono da meno: la sola vista di Anse Lazio, racchiusa tra un mare cristallino, una rigogliosa vegetazione e suggestivi blocchi di granito che ne delimitano le estremità, è un toccasana per lo spirito e il corpo.

Nella vicina isola di La Digue, Anse d’Argent è in assoluto una delle spiagge più belle e fotogeniche del mondo e, come lei, le altre baie sulle quali enormi massi disegnano forme e scenari surreali.
Questa perla nell’oceano è un richiamo irresistibile per i viaggiatori: i suoi abitanti hanno un ritmo di vita particolarmente rilassato che ben si sposa con l’ambiente, dominato da colline ricoperte di foltissima vegetazione e nel quale si trovano esattamente quei luoghi da sogno resi famosi dai video e dai dépliant turistici. Bella all’inverosimile, lambita da un mare dalle tonalità di giada e lapislazzuli, a La Digue ogni sfumatura è poesia.

Oltre al blog, per ulteriori approfondimenti puoi visitare il sito www.ilTurista.info



Accettiamo pagamenti con:

Visa, Mastercard, postepay, bonifico bancario