Natura e bellezza, regine incontrastate di Cala Liberotto


SARDEGNA

Pubblicato il: 10-06-2018

Nel cuore della costa orientale della Sardegna c'è un posto speciale, dove la natura incontra il mare fondendosi in un’armonia che scalda il cuore e delizia gli occhi. E' la baia di Cala Liberotto, parte integrante del parco regionale che comprende il Golfo di Orosei e il Massiccio del Gennargentu. Un incanto nel quale perdersi. I colori che dominano sono il dorato della sabbia che accoglie i turisti, il bianco delle rocce e le immancabili sfumature verde-turchesi del mare.

Unite formano un biglietto di invito che è impossibile rifiutare e che, durante la notte, si arricchisce delle sensazioni regalate dai locali della movida. La magia di Cala Liberotto non è attaccabile dallo scorrere del tempo e delle stagioni. I tre grandi scogli che sorgono non lontano dalla riva offrono un elemento scenografico in più e contribuiscono ad esaltare quell'atmosfera vagamente esotica legata anche alla presenza dello stagno di Sos Alinos che si apre alle loro spalle. Canne e agavi lo contornano per proteggere gli uccelli acquatici che lì nidificano.

Alle spalle di Cala Liberotto regna sovrana un'altra presenza, quella della macchia mediterranea con le sue forme ed i suoi colori. Cespugli di mirto, fichi d'India e palme nane contornano sentieri che attendono solo di essere scoperti e che lentamente sfumano per cedere spazio alla pineta dell'arenile.

Procedendo verso le dune di Cala Ginepro, è possibile fermarsi nelle spiagge di Sas Linnas Siccas e Sa Curcurica, piccole ma deliziose. Pesca e surf sono le attività principali che Cala Liberotto offre ai turisti amanti dello sport. La presenza quasi costante del vento la rende particolarmente adatta a entrambi.

La spiaggia è attrezzata per tutte le esigenze, anche a quelle più particolari. La presenza di ristoranti, hotel e campeggi rende estremamente facile trovare soluzioni diverse per il soggiorno. Gli amanti della macchia mediterranea possono trovare il luogo ideale nel quale trascorrere le vacanze negli hotel resort I Giardini di Cala Ginepro e Cala Ginepro Resort&Spa. Entrambi situati in prossimità della spiaggia da cui prendono il nome, sono letteralmente immersi in splendidi giardini dominati da ulivi e macchia mediterranea, in cui vale la pena perdersi.

Spostandosi verso sud lungo il Golfo di Orosei, è possibile incrociare altre suggestioni. La spiaggia di Su Petrosu, con la sua sabbia dorata, la Marina di Orosei, nei cinque chilometri di spiaggia divisa fra le località di Su Barone, Isporoddai e Osalla e poi, ancora, andando verso nord, Fuile ‘e Mare, regno di immersioni e sport acquatici protetto dalla pineta e Mattanosa, concentrato di sabbia bianca e rosata. Per finire l’oasi protetta di Bidderosa, cinque calette di vero paradiso. Ad appena 11 chilometri da Cala Liberotto c'è Orosei, località di settemila abitanti, vocata all'agricoltura, all'estrazione del marmo e al settore turistico.

Il centro è caratterizzato dalla presenza di 17 chiese consacrate, dalle tracce di un passato antico legato alla preistoria, il nuraghe Rampinu ed il villaggo di Sa Linnarta e da testimonianze più recenti come Sa Prejone vetza, la vecchia prigione spagnola, e il museo Don Nanni Guiso che raccoglie teatrini in miniatura provenienti da tutta Europa.

A 1500 metri dal centro di Orosei si trova il Club Hotel Marina Beach, parte del villaggio Turistico Marina Resort, che si estende su una superficie di circa 23 ettari e confina con la spiaggia di Marina di Orosei. La sua posizione centrale lo rende particolarmente adatto per coloro che vogliono spostarsi e visitare la costa orientale della Sardegna. Scendendo verso sud, nella parte meridionale del Golfo di Orosei, dove le spiagge di sabbia lasciano il posto a catene montuose di origine calcarea ricoperte di boschi e macchia mediterranea, si incrocia la località di Cala Gonone, situata in una gradevole insenatura nella quale è possibile attraccare barche e gommoni.

Il Palmasera Village Resort, dalla posizione ad anfiteatro che occupa, offre agli ospiti una visione competa del Golfo e permette di scegliere tra soggiorni in hotel, borgo e villaggio. A poca distanza dal Gennargentu e dal Supramonte, l'Hotel Brancamaria offre suggestioni uniche, tante escursioni nelle grotte e spiagge più note e percorsi dedicati agli amanti del trekking.

Altri utenti hanno visitato anche



Accettiamo pagamenti con:

Visa, Mastercard, postepay, bonifico bancario